Le suggestioni culturali dell’opera di Svevo


Storia della letteratura

I MAESTRI DI PENSIERO: SCHOPENHAUER, NIETZSCHE, DARWIN Fin dagli anni giovanili il pensatore che ebbe maggior importanza nella sua formazione fu Schopenhauer. Più tardi Svevo conobbe anche Nietzsche dedicandosi alla lettura dei testi originali e non leggendo deformazioni superomistiche di tipo dannunziano, anzi, polemizzò con sarcasmo contro la concezione del superuomo così come ci è […]

 
18/03/2016

Visione del mondo e Poetica di Giovanni Pascoli


Storia della letteratura

LA CRISI DELLA MATRICE POSITIVISTICA La formazione di Pascoli fu essenzialmente positivistica, come era inevitabile, dato il clima culturale positivistico che dominava negli anni in cui egli compì i suoi studi liceali e universitari (gli anni Settanta dell’Ottocento). Tale matrice è osservabile nell’ossessiva precisione con cui, nei suoi versi, usa la nomenclatura ornitologica e botanica […]

 
24/01/2016

D’Annunzio – L’estetismo e la sua crisi


Storia della letteratura

L’ESORDIO L’esordio letterario di d’Annunzio avviene sotto l’influenza di due scrittori che in Italia suscitarono maggiore risonanza, Carducci e Verga. Le prime due raccolte liriche, Primo vere del 1879 e Canto novo del 1882, si rifanno alle Odi barbare di Carducci, mentre la prima opera narrativa, la raccolta di novelle Terra vergine si ispira alla Vita […]

 
17/01/2016

Decadentismo: origine del termine e visione del mondo decadente


Storia della letteratura

L’ORIGINE DEL TERMINE “DECADENTISMO” Il 26 maggio del 1883, Paul Verlaine, sul periodico parigino “Le Chat Noir” (il gatto nero) pubblicò un sonetto intitolato Langueur (Languore), in cui venne a descrivere l’atmosfera di stanchezza spirituale dell’Impero romano dopo la sua decadenza (476 d.c.), ormai incapace di forti passioni e di azioni energiche. Il sonetto interpretava […]

 
14/01/2016

Il Naturalismo francese


Storia della letteratura

Gli scrittori veristi italiani, anche Verga, nell’elaborare le loro teorie letterarie e nello scrivere le loro opere prendono spunto dal Naturalismo Francese del 1800. Questa corrente letteraria nasce dal Positivismo che crede nell’importanza del progresso tecnologico e scientifico ed è l’espressione ideologica della nuova organizzazione industriale. Il pensatore da cui soprattutto trasse i suoi fondamenti teorici […]

 
13/11/2015

Le ideologie positivistiche dell’età postunitaria


Storia della letteratura

Nonostante ritardi e limiti, l’Italia degli anni Settanta e Ottanta si avvia verso uno sviluppo capitalistico moderno e verso l’industrializzazione. Si possono individuare tre tipi di atteggiamenti degli scrittori di fronte alla modernizzazione economica e sociale: un atteggiamento apologetico, ovvero di esaltazione, che inneggia ad essa come realizzazione del progresso; un atteggiamento di rifiuto romantico, in nome […]

 
29/09/2015

Le idee politiche di Alfieri


Biografie, Storia della letteratura

Le idee politiche di Alfieri, cioè l’avversione contro la tirannide e il culto della libertà, possiedono un’origine illuministica. Ma anche in questo caso lo scrittore si stacca nettamente dalla cultura dei “lumi”, collocandosi su posizioni del tutto peculiari e personali. L’esasperato individualismo e l’egocentrismo, che sono propri del carattere del giovane Alfieri, lo inducono a […]

 
23/01/2015

Vittorio Alfieri e i rapporti con l’Illuminismo


Biografie, Storia della letteratura

Le basi della formazione intellettuale di Alfieri sono ancora decisamente illuministiche: gli autori che egli aveva letto nella sua giovinezza, Montesquieu, Voltaire e Rousseau, continuano anche in seguito a determinare il suo orizzonte mentale. Ma, nei confronti di quella cultura del secolo, che tutto sommato resta anche la sua cultura, prova una confusa insofferenza. Innanzitutto […]

 
18/01/2015

L’Illuminismo in Italia


Storia della letteratura

I caratteri distintivi dell’illuminismo italiano Se l’Illuminismo francese prende le mosse dall’esempio inglese, quello italiano si sviluppa certamente sotto lo stimolo della combattività degli intellettuali francesi. Nonostante questo, l’Illuminismo italiano si caratterizza in base ai contesti culturali dei singoli Stati, raggiungendo esiti originali e rilevanti sul piano culturale più che su quello politico e sociale. […]

 
11/11/2014