L’Illuminismo – Le ideologie e la mentalità

7.962 views

Il concetto di “Illuminismo”

EncyclopedieSi definisce Illuminismo quel movimento, sviluppatosi in Europa nella seconda metà del Settecento, che si propone di lottare contro tutti i residui irrazionali perduranti nella vita e contro l’ignoranza, i pregiudizi e le superstizioni che valgono a perpetuarli. L’arma assunta per questa lotta è la ragione: gli illuministi sono persuasi che basti diffondere i “lumi“, i princìpi razionali, per spazzare via le cause di oppressione e di infelicità degli uomini.
Il termine “illuminismo” deriva appunto dall’immagine della “luce” che caccia le “tenebre” dell’ignoranza e del pregiudizio.
Secondo gli illuministi occorre sottoporre all’esame libero e critico della ragione tutte le manifestazioni della realtà, accettandole o respingendole a seconda che esse reggano o meno tale esame. La ragione viene assunta come metro di giudizio assoluto, come facoltà capace di raggiungere la verità in ogni campo del sapere senza la guida di alcuna autorità.
Confidando nella forza della ragione, gli illuministi guardano al passato (soprattutto al Medio Evo) come a una lunga serie di errori e ne sottopongono a critica tutti gli istituti politici, giuridici, culturali e religiosi, respingendo ogni pretesa di legittimità fondata solo sulla tradizione e sulla fede; sono inoltre convinti che la loro età segni una svolta fondamentale nella storia, perché darà finalmente inizio a un mondo nuovo e migliore, conforme al modello della ragione, attraverso cui sarà possibile vincere tutti i mali sociali, morali e fisici. Vi è dunque negli illuministi un potente slancio ottimistico.

Cosmopolitismo, Filantropismo, Deismo

illuminismoL’atteggiamento di apertura degli illuministi verso qualunque civiltà, anche lontana, e la disponibilità ad accettare senza pregiudizi l'”altro”, derivano dalla convinzione che la ragione sia una prerogativa presente in tutti gli uomini. Tale concezione viene definita cosmopolitismo: l’uomo razionale è cittadino del mondo, perché le barriere nazionali sono convenzioni artificiose, che vanno superate mediante la volontà di conoscere ciò che è diverso.
Al cosmopolitismo sono strettamente congiunti il filantropismo, cioè la disponibilità ad amare e a soccorrere gli altri uomini, e lo spirito di tolleranza verso gli altri, verso le loro opinioni e posizioni, per quanto diverse.
Dal razionalismo deriva la critica delle religioni tradizionali. La religiosità, per gli illuministi, deve scaturire da un convincimento razionale. Dio sarà quindi inteso semplicemente come l’Essere Supremo regolatore del mondo: è la posizione che viene definita deismo. Non mancano però nell’Illuminismo anche correnti estreme, che approdano materialismo all’ateismo.

Le radici culturali e sociali

image006Le radici culturali di tutti questi atteggiamenti illuministici sono facilmente individuabili nella nuova scienza di Copernico, Galilei, Bacone, Newton e Cartesio. Il terreno di sviluppo e di irradiazione dell’Illuminismo è soprattutto la Francia, ma gli stessi intellettuali francesi guardano con ammirazione all’Inghilterra borghese, al suo sistema politico, ai suoi istituti sociali e culturali.
Il movimento illuminista è infatti espressione della classe emergente nell’Europa del Settecento: la borghesia. Ciò non vuol dire che gli intellettuali illuministi provengano esclusivamente dalle file della borghesia: spesso, anzi, sono aristocratici di nascita.
Per affermarsi, la borghesia deve distruggere le vecchie strutture monarchiche e assolutistiche che ne bloccano lo sviluppo, e liberarsi dall’egemonica oppressione dell’aristocrazia feudale e del clero.
La fiducia nella ragione, come forza che può trasformare il mondo, diventa quindi l’emblema della borghesia. In effetti la cultura illuministica rappresenta la premessa ideologica della Rivoluzione francese. Tuttavia, gli intellettuali illuministi, speravano il trionfo della ragione per via pacifica e indolore, attraverso riforme introdotte dai sovrani “illuminati”, conquistati dalla nuova “filosofia”.

 

Comments

Commenti:

About Raffaele C.

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono un Blogger, nonché il cofondatore di BMScience. Sono appassionato della Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia, amante dello Sport ed esperto musicista. Frequento l'ISIS "Luigi Di Maggio" di San Giovanni Rotondo (FG) con opzione Biotecnologie Sanitarie. Se ti piacciono i miei contenuti lascia un commento ed aiutaci a diffonderli. Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi su: Twitter o Facebook.