Patto tra generazioni

Al giorno d’oggi la differenza ideologica e culturale tra le nuove e le vecchie generazioni è un fenomeno costantemente presente e, quindi, da sempre divide la società. Tante sono le accuse che queste generazioni si dicono tra loro… Io credo che tanti comportamenti cambiano nel tempo ma trovano alla loro base la stessa motivazione di fondo: l’incomprensione tra queste due realtà differenti.
Alcune differenze partono dagli interessi, modi di vivere e situazioni con cui si entra a contatto quotidianamente.

A differenza del passato, oggi il contrasto tra generazioni si pone non soltanto sul piano della cultura e dei modi di vivere, ma anche su quello economico e sociale. Al centro delle polemiche vi sono la disoccupazione, l’innalzamento dell’età pensionabile ….
Oggi più che mai il ruolo dei giovani è fondamentale per il benessere sociale e il miglioramento dell’economia in quanto essi possiedono le capacità giuste per adattarsi ai progressi del mondo e se messi nelle condizioni adeguate, possono esprimere pienamente le loro potenzialità mettendole in relazione con le opportunità offerte da questi cambiamenti.

Il passato è di fondamentale importanza, in quanto i giovani ascoltando le storie delle generazioni passate possono comprendere come, chi racconta, si è comportato in determinate circostanze. Quanto potrebbero dare gli adulti in termini di esperienza? E quanto potrebbero dare i giovani da un punto di vista tecnologico, innovativo, piena di freschezza ed entusiasmo?

L’incontro-scontro tra generazioni è una condizione necessaria per permettere la continuità della società. Nel caso in cui questo non avvenisse l’Italia sarebbe destinata a diventare un paese di anziani dove ci saranno poche opportunità per i giovani, poca innovazione.

Il problema è che questo confronto non sempre avviene, sia per via delle vecchie generazioni, che etichettano le nuove generazioni come poco attive, sia le nuove generazioni che reputano le generazioni passate troppo vecchie, sostenendo che i tempi sono diversi e che quindi i loro modi di fare non sono più adatti al giorno d’oggi. Questo atteggiamento reciproco danneggia l’intera società: bisognerebbe trovare una collaborazione che vada a favore di tutti così da migliorare la società in cui viviamo.

Ciascuno chiuso nel proprio mondo, queste generazioni viaggiano parallelamente, su binari che sembrano non incontrarsi mai. La soluzione ideale sarebbe un patto tra le generazioni in cui vi è una comunicazione attiva e uno scambio di idee nel quale vengono coinvolte la saggezza e l’esperienza delle generazioni più anziane e l’energia, la vitalità e la creatività proprie delle nuove  generazioni .

 

Comments

Commenti:

Pubblicato da Raffaele C.

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono un Blogger, nonché il cofondatore di BMScience. Sono appassionato della Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia, amante dello Sport ed esperto musicista. Frequento l'ISIS "Luigi Di Maggio" di San Giovanni Rotondo (FG) con opzione Biotecnologie Sanitarie. Se ti piacciono i miei contenuti lascia un commento ed aiutaci a diffonderli. Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi su: Twitter o Facebook.