Tema di Italiano: L’amicizia e la sua evoluzione

Definire l’amicizia non è facile, anche perché essa assume forme molto diverse nel corso della vita: l’amicizia tra bambini infatti è una cosa assai differente rispetto all’amicizia tra adolescenti e a quella tra gli adulti. Inoltre, in molti casi i rapporti d’amicizia tra maschi hanno caratteristiche completamente diverse da quelli tra bambine-ragazze-donne, e l’amicizia uomo-donna, che forse è più rara, ha caratteristiche ancora differenti. Naturalmente, poi, ogni rapporto di amicizia ha le sue peculiarità e la sua storia. Un tema così ricco non poteva non ispirare poeti, scrittori e filosofi sin dall’antichità: coppie di amici popolano il repertorio mitico di tutti i popoli e ancora oggi i romanzi, i film, le canzoni abbondano di storie di amicizia.

Quando definiamo una persona “amico”, non intendiamo sempre la stessa cosa: all’interno di questo sentimento che ci lega agli altri esistono gradi e livelli diversi. La prima, importante distinzione è quella tra amici e conoscenti. Per la maggior parte, infatti, coloro che consideriamo nostri amici sono, in realtà, solo dei conoscenti: queste persone non ci sono lontane come la massa indistinta degli altri e con esse abbiamo rapporti “amichevoli”, ma non quella profonda confidenza che ci lega all'”amico”, non confidiamo loro le nostre ansie più segrete.
Ciò vale forse ancor più oggi che nel passato: con la diffusione dei social network, infatti, richieste e legami di “amicizia” si interessano anche tra perfetti sconosciuti, che si incontrano in Internet e via Internet si seguono reciprocamente. I nuovi mezzi di comunicazione di massa hanno fatto nascere nuovi modi di stare insieme e quindi anche nuove forme e definizioni dell'”amicizia“, differenti da quelle tradizionali, che sono basate sul contatto quotidiano e lo scambio di idee, sentimenti, emozioni faccia a faccia.
Nuove forme di amicizia rispetto all’antichità, in cui non erano neppure immaginabili, sono poi quelle che legano esseri umani e animali. E’ un’acquisizione piuttosto recente il rispetto e quasi la “venerazione” per gli animali, specialmente quelli domestici, che diventano per molte persone compagni fedeli di buon tratto di vita o addirittura antidoti alla solitudine e a certe forme di depressione, come avviene con la cosiddetta pet therapy (“zooterapia”). C’è addirittura chi, come amici, preferisce gli animali, ritenendoli meno “infedeli” degli esseri umani, colpevoli di egoismo, invidia, gelosia e altri brutti sentimenti, capaci talvolta di rovinare persino amicizie decennali.

 

Comments

Commenti:

Pubblicato da Raffaele C.

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono un Blogger, nonché il cofondatore di BMScience. Sono appassionato della Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia, amante dello Sport ed esperto musicista. Frequento l'ISIS "Luigi Di Maggio" di San Giovanni Rotondo (FG) con opzione Biotecnologie Sanitarie. Se ti piacciono i miei contenuti lascia un commento ed aiutaci a diffonderli. Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi su: Twitter o Facebook.