Fons Bandusiae – La Fonte Bandusia

O fons Bandusiae splendidior vitro
dulci digne mero non sine floribus,
cras donaberis haedo,
cui-frons-turgida-cornibus

primis et venerem et proelia destinat;
frustra: nam gelidos inficiet tibi
rubro sanguine rivos
lascivi suboles gregis.

Te flagrantis atrox hora Caniculae
nescit tangere, tu frigus amabile
fessis vomere tauris
praebes et pecori vago.

Fies nobilium tu quoque fontium,
me dicente cavis impositam ilicem
saxis, unde loquaces
lymphae desiliunt tuae. 

Quinto Orazio Flacco, Carm. III 13

Traduzione Italiana

O fonte di Bandusia, più splendida del cristallo,
degna di vin dolce vino, nonché di fiori,
domani ti sarà donato un capretto,
 a cui la fronte, gonfia per le  nascenti corna,

destina lotte per amore;
invano: infatti  macchierà
di rosso sangue sangue  le gelide tue acque,
la prole del gregge petulante. 

La pesante ora della cocente canicola non
giunge a toccar te: tu offri soave frescura a’ tori
stanchi dal vomere e al vagante armento.

Anche tu sarai nel novero delle celebri fonti, per
opera di me, che canto l’elce sovrapposta ai cavi  sassi,
donde loquaci le tue acque zampillano.

 

 

Comments

Commenti:

Pubblicato da Raffaele C.

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono un Blogger, nonché il cofondatore di BMScience. Sono appassionato della Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia, amante dello Sport ed esperto musicista. Frequento l'ISIS "Luigi Di Maggio" di San Giovanni Rotondo (FG) con opzione Biotecnologie Sanitarie. Se ti piacciono i miei contenuti lascia un commento ed aiutaci a diffonderli. Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi su: Twitter o Facebook.